“Da qualche tempo hanno iniziato a pervenire alla Federconsumatori di Parma segnalazioni da parte di cittadini “multati per essere transitati nei varchi ZTL, qualche “fortunato ha addirittura collezionato numerosissime sanzioni.


Ovviamente le restrizioni al transito nelle ZTL sono assolutamente legittime e devono essere rispettate da tutti, poichè ” secondo noi ” la Legge è uguale per tutti, o almeno così dovrebbe essere.


Ciò che ci lascia alquanto perplessi è però un fatto che riteniamo degno di nota, ovvero che molti dei nostri Associati multati posseggono automobili a Gpl o a Gas metano e comunque a basso o nullo impatto ambientale. La sfortuna di questi cittadini che, diligentemente, si sono muniti di auto ecologiche, è di NON essere residenti nel Comune di Parma e per questa ragione a loro viene contestata la violazione. Ciò, poichè il Comune ha istituito il permesso Auto Amica Ambiente, che consente ai possessori di auto ecologiche, di poter circolare liberamente in tutte le ZTL ma solamente se residenti nel Comune di Parma.


Orbene, noi ci domandiamo, ma come mai una simile disparità  di trattamento? L’automobile a GPL del residente a San Pancrazio o a Baganzola, inquina meno di quella del residente a Torrile?!? Forse perchè al residente in altro Comune che lavora in Città  l’auto serve di più?? E poi, per quale ragione in tutte le altre città  italiane, vediamo ad esempio Milano, Bologna, Firenze, Torino, Roma, Verona etc. etc., le automobili a GPL, Metano, elettriche e con motore ibrido possono circolare SEMPRE in TUTTE le ZTL, mentre a Parma no?!? Allora, ci chiediamo, a che cosa serve comprare l’auto a GPL o a metano se non tutti possono avere il medesimo trattamento. Tutto ciò pare veramente ingiusto e per questo chiediamo al Comune di Parma di fare una seria riflessione e una pronta risoluzione positiva sul concedere anche ai NON residenti nel Comune l’autorizzazione Auto Amica Ambiente”.

  • Categoria dell'articolo:Senza categoria
  • Tempo di lettura:2 min. di lettura