You are currently viewing Diritti al ristorante: non si scherza!

Per una volta, in questi articoli, ci perdonerete un
argomento frivolo. Ma a pensarci bene perchè frivolo? Non è forse cosa seria
uscire soddisfatti da un ristorante? Nemmeno fossero gratis… Abbiamo allora
per voi raccolto 25 regole che ogni ristorante che si rispetti deve garantire.
Imparatele bene e godetevi la cena!

1 “L’ospitalità . Ovvero il ristorante deve essere in
funzione del cliente. L’ospitalità  c’è quando si ha la sensazione che
qualcosa accade per te e non accade a te.

2 “Uguali opportunità . Tutti i clienti devono avere lo
stesso diritto al miglior tavolo e all’identico trattamento da parte del
personale. No a trattamenti di favore per i vip

3 “Scelta dell’orario. Un ristorante non dovrebbe
tenere irragionevolmente liberi dei tavoli imponendo ai clienti di
presentarsi allora che ritiene migliore per la propria
organizzazione.

4 “Saluto di cortesia. Il cliente ha il diritto di
essere salutato cortesemente alla porta. Il personale deve sospendere ciò che
sta facendo e presentarsi immediatamente a salutare il nuovo arrivato.

5 “Tempo di attesa. Se arrivi in orario, devi avere
subito il tuo tavolo. In ogni caso non può esserci un’attesa superiore ai 10
minuti e il ristorante deve provvedere comunque a offrire intanto un aperitivo.

6 “Attesa al tavolo. Se arrivi in orario e il tavolo è
libero, devi essere subito accompagnato e fatto sedere anche se il resto dei
tuoi commensali non c’è.

7 “Pagare una volta sola. Se prendi un drink al bar,
il conto deve essere trasferito su quello del tavolo e non devi essere invitato
a pagare separatamente.

8 “Anonimità  dei camerieri. Hai il diritto a non
sentirti dire il nome del tuo cameriere: la gente non va al ristorante per fare
amicizia col personale.

9 “Conversazione a tavola. La musica deve essere
bassa: non devi essere costretto a urlare per parlare con gli altri.

10 “Lista dei vini. A un pasto tra adulti ” anche se
donne – non deve mai mancare la lista dei vini. Ma il cameriere deve anche
risparmiarti fantasiose descrizione dei vini.

11 “Menu. Hai il diritto a una descrizione semplice
del menu e degli ingredienti. Il cameriere non deve dirti ciò che è meglio ma
eventualmente i diversi sapori dei prodotti usati.

12 “Sale in tavola. Ci sia evitato l’imbarazzo di
chiederlo: venga sempre messo in tavola.

13 “Acqua del rubinetto. Hai diritto di averla senza
sentirti stigmatizzato dal cameriere. L’acqua del rubinetto deve essere
filtrata.

14 “Pane. Deve sempre esserci e il cameriere deve
riportarlo appena è finito.

15 “Il rifiuto del vino. Hai il diritto di rifiutarlo
e di non pagarlo se non è in buone condizioni.

16 “Il rifiuto del cibo. Hai il diritto di rimandare
indietro una bistecca se non è stata cotta come avete chiesto.

17 “Mangiare insieme. Ogni piatto deve essere servito
nello stesso momento a tutti i commensali.

18 “Vino: la giusta quantità . Il bicchiere del vino
deve essere via via riempito dal cameriere ma non oltremisura. La bottiglia
comunque deve sempre essere sul tavolo e puoi servirtela se il cameriere non è
attento.

19 “I prezzi delle specialità . Il cameriere deve
informare sulle specialità  e il loro prezzo.

20 “Posate. Hai il diritto di vederle cambiare a ogni
portata e devono essere adeguate a ciò che stai mangiando.

21 “Velocità  del servizio. Non puoi attendere più di
10 (massimo 15) minuti tra un piatto e l’altro.

22 “Privacy. La conversazione a tavola non deve essere
interrotta dal cameriere.

23 “Piacere a tavola. Non ti deve essere chiesto “È
andato tutto bene.

24 “Niente fretta. Hai il diritto di tenere il tuo
piatto finchè ciascuno al tuo tavolo non abbia finito e messo le posate sul
piatto in posizione “finito.

25 “Come un vip. Se non sei un vip, devi essere
trattato come se tu lo fossi.

“Realizzato
nell’ambito del Programma generale di intervento 2013 della Regione Emilia
Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico”

  • Categoria dell'articolo:Senza categoria
  • Tempo di lettura:4 min. di lettura