Al momento stai visualizzando La nuova truffa: la multa che arriva dall’estero

Recentemente, hanno richiesto una consulenza agli sportelli di Federconsumatori diversi cittadini che si sono visti recapitare, mediante lettera semplice, una presunta multa proveniente dal Belgio per infrazione del codice della strada e nello specifico per eccesso di velocità. 

Il verbale è in lingua italiana e l’importo della sanzione è tutto sommato modesto, pari a circa 66,00 euro; nel testo viene indicata la targa del veicolo ma non il modello della vettura. 

I cittadini che hanno effettuato la segnalazione, in realtà, hanno dichiarato di non essersi mai recati in Belgio con la propria automobile, pertanto la presunta multa andrebbe comunque contestata nel merito, tuttavia le modalità di notifica ed il contenuto della stessa fanno presumere che si possa trattare di una truffa, anche in considerazione della modestia dell’importo richiesto, che solitamente scoraggia dall’attivarsi per contestarne il contenuto.

Nelle notifiche viene indicato un numero di telefono al quale rivolgersi, ma dall’altra parte rispondono in lingua straniera, con ciò rendendo ancora più difficoltoso contestare il verbale o semplicemente richiedere informazioni.

Alcuni cittadini si sono anche rivolti alle forze dell’ordine, sospettando si trattasse proprio di una possibile truffa.

Il consiglio  di  Federconsumatori è  di non pagare e di rivolgersi  a uno dei  nostri sportelli per una verifica delle comunicazioni ricevute.