You are currently viewing Alluvione, Federconsumatori in campo a fianco dei cittadini

Federconsumatori
Parma comunica che nella giornata di mercoledì 22 ottobre, tramite la
Presidenza nazionale, ha inviato all’Authority nazionale su acqua, energia
elettrica e gas (AEEG) una lettera di richiesta affinchè emetta, in tempi
rapidi, una delibera che imponga a tutte le multiutilities la sospensione del
pagamento delle utenze di luce, acqua e gas per sei mesi, su richiesta e senza
oneri di mora, in tutti quei comuni rientranti nel decreto del 20 ottobre 2014 relativo
ai contribuenti delle zone alluvionate.

Pur avendo
apprezzato la decisione di IREN relativa al Comune di Parma, occorre una
disposizione dell’Autorità  che imponga a tutti gli operatori, che sono
numerosi, tale sospensione e che questa valga per tutti i comuni non solo per
quello capoluogo. Sarà  ora cura dell’associazione sollecitare l’Autorità  ad una
rapida decisione.

Nei giorni
scorsi Federconsumatori Parma, insieme alle strutture di Reggio E., Piacenza,
regionale e nazionale, ha inoltre inviato richiesta urgente di incontro
all’Associazione Bancaria Nazionale e ad ASSOFIN (Associazione Italiana del
Credito al Consumo e Immobiliare) per concordare misure di sostegno
(sospensioni mutui, crediti agevolati, ecc…) ai consumatori colpiti dalla
calamità .

Sempre nei
giorni scorsi si è chiesta a Telecom l’apertura di un tavolo di confronto per
dare una risposta ai gravi disagi subiti e non ancora completamente risolti.

Sarà  cura dell’associazione
aggiornare sull’esito delle iniziative intraprese.

I nostri
sportelli a disposizione dei cittadini colpiti dagli eventi e eventuali
segnalazioni possono essere inoltrate all’indirizzo mail segreteria@federconsumatoriparma.it.

Infine, sulla
base delle recenti alluvioni che hanno colpito il modenese, Federconsumatori
consiglia ai cittadini di non dimenticare mai di documentare in tutti i modi
possibili ” fotografie, video, fatture, scontrini, ecc… – i danni subiti e le
spese che si stanno sostenendo per ripulire le abitazioni, le auto, i
laboratori ed i negozi dall’acqua e dalla melma. Questa documentazione dovrà 
essere conservata per venire allegata alla richiesta di risarcimento danni una
volta che sarà  definita la procedura da adottare.

  • Categoria dell'articolo:Senza categoria
  • Tempo di lettura:2 min. di lettura